PRIMAE NOCTIS
PRIMAE NOCTIS
Amani Bodo

Amani Bodo

nato nel 1988 a Kinshasa (Congo)

Nato nel 1988 a Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo Vive e lavora a Kinshasa
 
L'artista Amani Bodo, figlio del noto artista Pierre Bodo, ha iniziato a dipingere all'età di 10 anni. Nel 2020 la Galleria Primo Marella ha presentato la mostra  Africa Universe. Chapter 3,The art of storytellersThe continuation of the tradition: from Chéri Cherin (1955, Democratic Republic of the Congo) to Amani Bodo, la terza parte di una mostra collettiva, interamente dedicata all'arte africana contemporanea. Questo capitolo è stato incentrato sugli artisti che sono stati associati alla School of Popular Painting di Kinshasa. Questo movimento artistico, inizialmente praticato su sacchi attaccati alla tela esposti per le strade, è nato negli anni settanta del XX secolo nella capitale della Repubblica Democratica del Congo. Il movimento è stato descritto dagli artisti fondatori come qualcosa che viene dal popolo ed è per il popolo, esprimendo così il loro interesse per l'immaginario derivante dalla vita quotidiana e dalla cultura popolare. La natura della pittura popolare, principalmente figurativa e descrittiva, è viscerale e complessa in quanto critica, spesso con una vena di sarcasmo e ironia, la vita sociale e politica della comunità africana.

L'artista Amani Bodo prende spunto dalla vita popolare della sua terra natale. Tuttavia, a differenza di Chéri Cherin, Amani Bodo si discosta dalla rappresentazione in stile fumetto a favore della pittura metaforica e allegorica, ricca di simbolismo.
Il linguaggio artistico di Amani Bodo è decisamente più innovativo ed evoluto di quello dei suoi maestri, essendo caratterizzato da una più profonda analisi psico-intellettuale e da una tecnica peculiare, ancora più complessa e dettagliata, chiamata in lingala "Mwangisa", una sorta di "gocciolatura" sulla tela. Lavorando su uno schema con misure predefinite, il suo approccio alla pittura è quasi scientifico poiché l'artista non usa le parole per spiegare la storia, come in un fumetto. Al contrario, l'artista crea immagini enigmatiche, spesso surreali, che devono essere lette e interpretate direttamente dall'osservatore.

MOSTRE (Selezione)

2020
AFRICA UNIVERSE Chapter 3, Primo Marella Gallery, Milan 2019
AFRICA UNIVERSE Chapter 1, Primo Marella Gallery, Milan 2018 AKAA Art Fair, Paris, France
Kinshasa Chroniques, Musée des arts modestes, Sète, France Congo paintings, Musée africain de Namur, Namur, Belgique 2016
Amani Bodo, Tambola malembe, Espace Texaf-Bilembo, Kinshasa, RDC
2013/2014
Kin-Babi, Cécile Fakhoury Gallery, Abidjan
2011
JapanCongo
Garage Center for Contemporary Culture, Moscow, Russia JapanCongo
Magasin Grenoble, France
2009/2010
Africa? Una nuova storia, Complesso del Vittoriano, Roma, Italy
2007
Yambi, Centre Wallonie, Brussels
2005
15 ans de transition, Hotel Memling, Kinshasa
2003
Regard sur la transition
Hôtel Memling, Kinshasa

Amani Bodo - Les oiseaux

Les oiseaux

2020
-
Amani Bodo - Les oiseaux
2020 - Olio su tela - 131 x 125 cm
Amani Bodo - Transformation de la chenille au papillon (la métamorphose a l’émergence)

Transformation de la chenille au papillon (la métamorphose a l’émergence)

2020
-
Amani Bodo - Transformation de la chenille au papillon (la métamorphose a l’émergence)
2020 - Olio su tela - 150 x 110,5 cm
Amani Bodo - Le rêve du président

Le rêve du président

2019
-
Amani Bodo - Le rêve du président
2019 - Olio su tela - 138 x 118 cm